FONDERIA

Evolut ripartisce la sua consolidata esperienza nei più svariati ambiti legati al settore Fonderia, sia essa Ghisa, Alluminio o Acciaio.

Reference:


Acciaio

La sbavatura dei getti di acciaio, può essere suddivisa in due differenti soluzioni:

  • Con getti manipolati dal robot per pesi fino a 200 kg e lavorazioni su macchine stazionarie, con possibilità di sistemi di alimentazioni diversi:
    - In casuale con l’aiuto del sistema di visione;
    - Getti palletizzati con magazzini rotanti;
    - Con nastri senza riferimenti con l’aiuto del sistema di visione.
    Le unità di sbavatura sono compensate e retroazionate. La velocità di passata è gestita in funzione della quantità di bava presente sul getto. L’usura delle mole viene gestita dal sistema di lettura laser.
  • Con mandrino manipolato dal robot e getto staffato su posizionatore motorizzato per pesi oltre i 200 kg.
    Il mandrino permette un cambio rapido degli utensili con conseguente riduzione dei tempi di fermo macchina.
    Il magazzino utensili offre la massima flessibilità e disponibilità di utensili diversi. L
    ’usura delle mole viene gestita dal sistema di lettura laser.
    Il rapporto di produttività di un’isola di sbavatura robotizzata rispetto alla manuale è di 1 a 4.
    Il software di programmazione 3D consente il set up dell’isola in 15 minuti contro le usuali 8 ore. Questo comporta una drastica riduzione dei fermi isola con conseguente maggiore flessibilità della produzione e possibilità di gestire lotti minimi inferiori. La simulazione virtuale permette di conoscere i tempi del ciclo produttivo su un getto prima della messa in produzione.
    E’ possibile realizzare impianti chiavi in mano con cabine insonorizzate complete di sistema di aspirazione.

Alluminio

Taglio, sbavatura, smerigliatura e satinatura alluminio

L’isola è in grado di gestire pezzi fino a 120/150 kg in caso di pezzi al polso Robot, senza limiti di peso in caso di pezzi appoggiati al tavolo. Il rapporto di produttività di un’isola robotizzata rispetto all’operatore è di 1 a 4. L’isola può essere alimentata in casuale con l’aiuto del sistema di visione, pallettizzata con magazzini rotanti, magazzini a nastro. Sistemi retroazionati e servoassistiti per la compensazione della pinza robot. L’isola permette un cambio rapido degli utensili con conseguente riduzione dei tempi di fermo macchina. Il magazzino utensili, nel caso di mandrino manipolato con il robot, offre la massima flessibilità e disponibilità di utensili diversi. Il software di programmazione 3D consente il set up dell’isola in 15 minuti contro le usuali 8 ore. Questo comporta una drastica riduzione dei fermi isola con conseguente maggiore flessibilità della produzione e possibilità di gestire lotti minimi inferiori. Grazie ad un software di simulazione virtuale è possibile conoscere i tempi del ciclo produttivo. E’ possibile realizzare impianti chiavi in mano con cabine insonorizzate complete di sistema di aspirazione.


Ghisa

Impianti di Taglio, Sbavatura e ramolaggio.

Taglio e sbavatura

L’isola è in grado di gestire pezzi fino a 120/150 kg in caso di pezzi al polso Robot, senza limiti di peso in caso di pezzi appoggiati al tavolo. Il rapporto di produttività di un’isola robotizzata rispetto all’operatore è di 1 a 4. L’isola può essere alimentata in casuale con l’aiuto del sistema di visione, pallettizzata con magazzini rotanti, magazzini a nastro. Sistemi retroazionati e servoassistiti per la compensazione della pinza robot. L’isola permette un cambio rapido degli utensili con conseguente riduzione dei tempi di fermo macchina. Il software di programmazione 3D consente il set up dell’isola in 15 minuti contro le usuali 8 ore. Questo comporta una drastica riduzione dei fermi isola con conseguente maggiore flessibilità della produzione e possibilità di gestire lotti minimi inferiori. Grazie ad un software di simulazione virtuale è possibile conoscere i tempi del ciclo produttivo. E’ possibile realizzare impianti chiavi in mano con cabine insonorizzate complete di sistema di aspirazione.

 

Ramolaggio

Inserimento anime con pesi elevati; maggiore ripetibilità e precisione di inserimento anime con riduzione degli scarti e delle inclusioni sui getti; Possibilità di alimentazione anime da pallet o su trasportatori senza riferimenti grazie al riconoscimento della posizione e dell’orientamento in fase di prelievo con sistema di visione Evolut.


Colata a gravità

Gli impianti di colata a gravità presentano le seguenti caratteristiche:

  • Prelievo del metallo liquido da fori a crogiolo con determinazione del metallo mediante termocoppie, o da forni autolivellanti;
  • Asservimento fino a 4 conchigliatrici e nr. 2 forni di alimentazione metallo;
  • Possibilità di versamento in stampi con o senza avantazza fino a 4 cavità;
  • Utilizzo del settimo asse esterno di movimentazione della tazza interamente progettato da Evolut.
  • Peso massimo del metallo: circa 100 kg

Tipologia di cella:

  • Con conchiglie installate a terra fisse o basculanti;
  • Con conchiglie installate su tavole rotanti multidivisione;
  • Con forno a bacino autolivellante;
  • Con doppio forno a crogiolo.

In tutte le celle è prevista la possibilità di eseguire il cambio conchigliatrice senza interrompere il ciclo automatico di funzionamento robot. La programmazione del ciclo di versamento avviene mediante sinottico con interfaccia operatore semplificata e con tastiera dedicata, che rendono semplice e intuitiva la definizione dei punti e del processo.

GALLERIA/Colata a gravità


Pressofusione

Gli impianti di colata a gravità presentano le seguenti caratteristiche:

Tempi di scarico macchina ridotti drasticamente. L’isola può essere progettata prevedendo una fase di lubrificazione dello stampo con l’utilizzo di un robot aggiuntivo. Il software di riposizionamento automatico, in caso di anomalia, consente di spostare il robot in posizione di fuori ingombro mediante un pulsante. E’ possibile realizzare studi personalizzati per la sbavatura del pezzo direttamente all’uscita della pressa, consentendo in questo modo il risparmio di un passaggio uomo e l’eliminazione di magazzini di stoccaggio intermedi.

GALLERIA/Pressofusione


Varie

Rivestimento in cera

Celle robotizzate per rivestimento anime in cera persa:

-peso massimo manipolabile del grappolo (stampo)finiti: 200 kg

-possibilità di gestire differenti tipologie di materiali, e serbatoi di collante in funzione del processo di rivestimento. Il supervisore della linea gestisce il riconoscimento del grappolo (stampo) presente sulla linea, il numero di rivestimenti e la tipologia di materiale ad esso assegnato, nonché il tempo di essicazione dei vari strati. Il grappolo (stampo) completato viene scaricato in automatico dalla linea di rivestimento per le operazioni successive.

Stampaggio a caldo

Il robot può manipolare particolari con temperatura fino a 1100°C e, se necessario, può essere attrezzato con sistemi di presa raffreddati a liquido. Speciali sistemi di copertura climatizzati proteggono il robot dall’irradiazione del calore del pezzo manipolato. Nel caso in cui i particolari in alimentazione dal forno di riscaldo non abbiamo una posizione riferita e ripetitiva, il loro riconoscimento viene effettuato mediante telecamere e sistema di visione. In funzione dei tempi ciclo e della perdita di temperatura del particolare, il robot può asservire più di una pressa. I particolari stampati possono essere disposti su particolari magazzini di raffreddamento e conformatura prima di essere scaricati nei cassoni.

Verniciatura anime

Possibilità di manipolazione di più anime con sistemi di presa multigripper: -gripper rotanti che facilitano la sgocciolatura dopo l’immersione nel prodotto di rivestimento.

VIDEO

creditsby Asterisko